“È andata molto bene per essere stata la mia prima gara in MotoGP, sono soddisfatto, specialmente per l’appoggio del mio team”, dichiara Franco Morbidelli al termine della sua prima gara nella classe regina. In Qatar, il campione del mondo della Moto2 ha debuttato infatti in MotoGP, e si è messo in luce in tutti i turni di prove, comprese le qualifiche, dove si è piazzato quattordicesimo. E ha dettato legge tra i rookie in gara, concludendo dodicesimo assoluto.

“È stato un risultato migliore di quanto mi aspettassi”, aggiunge il portacolori Estrella Galicia 0,0 Marc VDS.

Una gara intelligente - Per il pilota VR46 Academy un grande fine settimana, dunque, sotto i riflettori del Qatar. Giunto al traguardo a 16 secondi dal primo ma a pochissimo dai migliori piloti ufficiali e a soli 1,7s dal decimo, Morbidelli ha condotto una gara intelligente. Ha risparmiato le gomme e ha commesso pochissimi errori. Ad un certo punto del Gran Premio il pilota del team satellite Honda ha messo anche nel mirino persino Maverick Viñales, scivolato oltre la decima posizione in crisi di prestazioni ad inizio gara. E nelle fasi iniziali è stato vicino ad un altro top rider: Jorge Lorenzo.

CONTINUARE L'APPRENDISTATO - “È andata molto bene per essere stata la mia prima gara in MotoGP sono soddisfatto, specialmente per l’appoggio del mio team”, dice Morbidelli. “Abbiamo fatto un grande lavoro. Sono stato veloce ma la cosa più importante è stata terminare la gara e imparareAll’inizio della corsa ero con Lorenzo e Viñales e mi è piaciuto come avvio. Adesso devo solo continuare il mio apprendistato e migliorare”, conclude Morbidelli.

OLTRE LE ASPETTATIVE - La soddisfazione nel team è alle stelle. “Franco ha fatto una gara fantastica ed è arrivato a punti a soli 16 secondi dal primo nella sua prima gara della massima classe”, ha detto Michael Bartholemy, team principal Marc VDS. “Ha superato le mie aspettative e inoltre è riuscito a tenere il passo quando alla fine non aveva più grip, lasciamo il Qatar molto positivi”.