Le gare di Motogp sono appassionanti, ma anche il mercato piloti utimamente non è da meno. E se in casa Honda possono stare da una parte tranquilli, dopo il rinnovo del contratto del sei volte campione del mondo Marc Marquez, dall'altro lato del box c'è Dani Pedrosa che dopo ben tredici anni con la casa alata potrebbe avere un sostituto. Ad anticiparlo, quasi come una premonizione, era stato il nuovo team manager Albert Puig che aveva detto di vedere bene nel team uno spagnolo (Marquez) e un giapponese. Di nuove possibilità, quindi, si parla, ma più che da oriente un nuovo pilota potrebbe essere in arrivo da occidente. A fare innalzare il termometro del mercato piloti ci ha pensato il giornale tedesco Speedweek, che avrebbe fatto il nome del francese Johann Zarco come possibile rider Honda dal 2019. Le allusioni del giornale tedesco si baserebbero su alcune domande rivolte al manager di Zarco, Laurent Fellon, che come si legge - alla domanda se Johann potrebbe avere un futuro in Honda - ha fatto un grosso sorriso portandosi l'indice destro alle labbra.

UN FENOMENO IN CRESCITA – Senza dubbio, si può dire che Zarco sarebbe all'altezza dell'RC213V, dato che dal suo arrivo in Motogp dello scorso anno ha dimostrato di saperci davvero fare. Dopo la vittoria come miglior rookie 2017, il secondo miglior tempo nei test di Buriram, il primo miglior tempo nei test in Qatar, la pole position e ben 17 giri in testa in gara, non si può dire che il pilota francese non abbia dimostrato il suo talento. In più, c'è da aggiungere che dal prossimo anno il suo attuale team manager Hervè Poncharal emigrerà in Ktm, lasciando il francese con un grosso punto interrogativo sul suo futuro. Seguirà Poncharal in Ktm? Rimarrà con quello che sarà il nuovo team satellite Yamaha? O accetterà altre allettanti proposte?

HONDA, DREAM TEAM - Certo è che il team ufficiale Yamaha, ora come ora non avrebbe posto per Zarco, dopo la notizia del rinnovo di Valentino Rossi per altri due anni (fino al 2020) e quello di Maverick Vinales. Intanto, intervistato da Speedweek sull'argomento “mercato”, Zarco ha risposto con molto interesse riguardo all'opzione Honda: ”il team Repsol è una specie di dream team. Da quando guardavo la Motogp da bambino in tv, mi ricordo le foto di Mick Doohan, poi Rossi, poi Márquez. È sempre stato bello vedere questa squadra”. E di un compagno di squadra come Marc Marquez cosa ne pensa? Mette paura? “Perché dovrei avere paura? - dice il francese - Sarebbe una buona cosa che Márquez fosse il mio compagno di squadra”.

C'E' DA RIFLETTERE – Previsioni e sogni a parte, Zarco una scelta a breve dovrà comunque affrontarla: ”devo aspettare e affrontare questo argomento con calma. Penso che aspetterò le prime tre gare, poi ne saprò di più. Le prestazioni della moto saranno un fattore importante nel processo decisionale. Di sicuro. Ma devo aspettare e vedere quali altre opzioni verranno affrontate. I test sono andati alla grande. Ma le gare saranno decisive”.