Dopo il secondo posto in Qatar arrivato dalla sconfitta con il “corpo a corpo” tra   Marc Marquez e Andrea Dovizioso, adesso per il pilota spagnolo con il numero 93 è tempo di azzerare tutto e ripartire. E per farlo, non poteva esserci circuito migliore dell'Argentina che, sebbene lo scorso anno non gli abbia portato molta fortuna (Marquez era caduto dopo essere stato in testa per diversi giri), a Termas de Rìo Hondo ha vinto nel 2014 e nel 2016. Marc è quindi carico per questa battaglia, e felice di come sta rispondendo la sua RC213V in questo inizio di stagione.

MOTO OK - ‘Abbiamo iniziato la stagione con una grande gara – dice Marquez - e un finale molto combattuto in Qatar, e abbiamo avuto un test molto positivo a Jerez la scorsa settimana. Mi sento bene per il momento, sono felice della mia moto e del modo in cui sta lavorando la mia squadra, ma è solo l'inizio di quello che sicuramente sarà una stagione difficile’. Già, perché dopo la conclusione del 2017 e l'inizio del 2018, Marquez dovrà inventarsi qualche nuovo stratagemma per riuscire nel testa a testa con Andrea Dovizioso.

PAROLA D'ORDINE? POSITIVITA' - Ma lo spagnolo come sempre è positivo e felice di correre sul circuito argentino: ‘Dobbiamo aspettare e vedere come andrà in diversi circuiti, a partire da Termas de Rìo Hondo questa domenica. Mi piace la pista argentina e mi piace l'ambiente con i tifosi, che sono sempre appassionati e danno molto sostegno, ma non dobbiamo abbassare la guardia. Dopo l'emozione della prima gara, ora è il momento di essere calmo, concentrato e lavorare duro per cercare di essere più veloci”.
Infine, Marc spende alcune parole sul campionato appena iniziato: ‘Credo che sia un campionato molto aperto, con molti rivali forti che possono combattere per la vittoria domenica. Per il momento tutto sembra molto equilibrato, e durante la stagione vedremo chi è in grado di migliorare ed essere costantemente in testa”.