In Qatar Marc Marquez ha detto di non trovarsi bene con il circuito, ma l'America è sempre stato terreno fertile per lo spagnolo e in attesa del Gp del Texas dove ha portato a casa la vittoria ogni volta, anche il Gp dell'Argentina potrebbe regalargli ottimi risultati. Qui infatti è il campione indiscusso di pole position conquistate e da quando è approdato alla classe regina (2013) o ha vinto o è caduto, una via di mezzo per lui non c'è stata. Quest'anno sarà quindi arrivato il momento del riscatto? Chissà, intanto il campione iridato 2017 ha detto di sentirsi in ottima forma e l'obiettivo per il weekend è senza dubbio il podio.

PARTITO CON IL PIEDE GIUSTO - E quando anche nelle piste peggiori Marquez riesce a dare il meglio di sé, significa che la Honda ha lavorato e sta lavorando davvero bene quindi per gli avversari c'è che da stare attenti: ”In Qatar – commenta Marquez in conferenza stampa - potevo migliorare, l'ultima curva forse potevo affrontarla meglio ma sono orgoglioso del risultato abbiamo fatto un buon lavoro con il team e il secondo posto mi ha reso felice.”

NOVITA' IN ARGENTINA – A Termas però sembra che ci siano stati diversi cambiamenti, tra cui il nuovo asfalto che sicuramente sarà migliorato rispetto agli anni passati: “Adesso vedremo in Argentina come andrà. - prosegue lo spagnolo - L'anno scorso avevamo carenze ma quest'anno dovremmo vedere come ce la caveremo con grip, pista e gomme diverse. Però faremo del nostro meglio perché mi sento forte. La pista mi piace e in genere sono competitivo qui perché si adatta al mio stile di guida. L'anno scorso ho sbagliato ho attaccato troppo presto con la gomma anteriore ancora fredda, ma ho imparato quindi cercherò di fare un buon risultato, l'obiettivo è il podio.”