Cal Crutchlow è emerso vittorioso da un GP ricco di azione. Le condizioni di asfalto caratterizzate da un mix asciutto/bagnato, la partenza partenza ritardata, le penalità e contatti hanno dato vita ad un GP ricco di adrenalina al circuito Termas de Rio Hondo, ma il portacolori del team LCR di Lucio Cecchinello ha mantenuto i nervi saldi per vincere la sfida con Johann Zarco e conquistare la sua terza vittoria in MotoGP. Si tratta del successo numero 750 per Honda nella classe regina.

La gara - Al via dalla quarta fila, Crutchlow è riuscito a partire bene e si è avvantaggiato della penalità inflitta al campione in carica Marc Marquez. Superati Zarco e Alex Rins per conquistare il secondo posto, l'inglese ha preso il comando quando mancavano sette giri alla fine, approfittando di un errore del leader e poleman Jack Miller, finito largo in una curva.

Crutchlow ha gestito magistralmente le fasi finali, tenendo a bada Zarco per suggellare un memorabile trionfo e mettendo a repentaglio le coronarie del team manager Lucio Cecchinello, che a fine gara si è lasciato andare all'emozione.

Cal Crutchlow conduce la classifica generale del mondiale con 3 lunghezze di vantaggio su Dovizioso e dieci su Zarco.

Nessun rischio -  "E 'stato bello vincere, ma per la verità un po’ ce lo dovevamo aspettare”, ha detto Cal Crutchlow. “Sono arrivato a questo weekend di gare pensando di poter arrivare primo o secondo, confrontandomi con Marc (Marquez ndr) e alla fine abbiamo vinto. Ero a mio agio nella battaglia, sentivo di non correre rischi e di stare con piloti che probabilmente avrei potuto lasciar andare nel caso fosse stato necessario.

"Dobbiamo essere soddisfatti, la squadra ha fatto un lavoro fantastico nelle ultime due gare e penso che questo fine settimana avremmo potuto lottare per la vittoria su qualsiasi circuito”, aggiunge Crutchlow. “Ora andiamo ad Austin e punteremo alla top 5 e cercheremo di uscire da lì con punti pesanti. Avevo detto che quest’anno volevo vincere alcune gare!

"È davvero bello far parte di quel gruppo di piloti che sono riusciti a vincere queste 750 gare per la Honda. Sono stato supportato molto bene dalla Casa negli ultimi anni e quest'anno il supporto è ancora migliore", conclude Crutchlow.