Mentre il mondo a due ruote è intento a guardare sotto la lente d'ingradimento quanto accaduto tra Rossi e Marquez nell'ultimo Gp d'Argentina, c'è un altro pilota, ovvero Dani Pedrosa che, durante la gara, è caduto dopo un sorpasso un po' aggressivo di Johann Zarco. E se il francese, nelle sue dichiarazioni ha detto di non aver avuto nessun contatto durante il sorpasso con Pedrosa, il pilota del team Repsol Honda non è proprio convinto di questa cosa. Quello che più preoccupa il numero 26 in questo momento, però, è il trauma riportato al polso durante la caduta. Lo spagnolo, subito dopo il sorpasso è infatti finito in un punto bagnato della pista ed è stato sbalzato dalla moto finendo rovinosamente a terra.

IL COMMENTO - “Non c'è molto da dire della gara. - commenta Pedrosa - Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro durante il fine settimana e stavo anche guidando bene. La mia gara però è finita prima di completare il primo giro”. L'incidente dopo il sorpasso con Zarco è infatti avvenuto poco dopo l'inizio della gara mentre i due piloti stavano combattendo per le prime posizioni.

CONTROLLI UGUALI PER TUTTI – Ciò che anche in questa situazione ha scatenato polemiche è stato il fatto che il comportamento in gara del pilota francese non sia finito sotto l'occhio vigile della commissione: ”la commissione gara prosegue Pedrosa - deve garantire la sicurezza di tutti i piloti. Al momento ho molto dolore al polso destro. Per capire bene come sono messo dovrò aspettare martedì per essere visitato nuovamente a Barcellona”.