Quasi contemporaneamente alla notizia dell’accordo di KTM con Johann Zarco per due anni, è giunta anche la conferma di Pol Espargarò con la compagine ufficiale austriaca: lo spagnolo ha siglato infatti un nuovo accordo biennale con KTM, quindi fino a tutto il 2020.

Il campione del mondo Moto2 del 2013 ha iniziato a correre con KTM nel 2017, debutando nella classe regina, e ha collezionato quattro piazzamenti nella top ten nella stagione d'esordio, con un nono posto a Phillip Island e in Repubblica Ceca come migliori risultati.

Quest’anno sulla pista di Austin, Espargaro è riuscito a conquistare il primo posto nel Q2, e sia lui che il team stanno facendo passi avanti positivi in vista della fase europea della stagione.

Il progetto MotoGP - Pol Espargarò e KTM cercheranno di diventare una forza formidabile nei prossimi anni, mentre continuano il loro progetto MotoGP .


"È stato davvero facile per me prendere questa decisione”, dichiara Espargarò. “Non ho pensato ad un'altra possibilità nemmeno per un minuto. Non posso nascondere quanto sono felice di essere coinvolto in questo fantastico progetto, nonostante le sfide e il lavoro che dobbiamo ancora affrontare. Adoro la filosofia KTM e voglio continuare a cercare di raggiungere i nostri obiettivi. Non so quando saremo in grado di farlo, ma sono sicuro che arriveremo”, promette Espargarò.

“Devo ringraziare tutto il mio team per come spingono e come mi supportano, e in particolare il mio capo squadra Paul Trevathan, e sicuramente Mike Leitner e Pit Beirer per gli sforzi che fanno ogni giorno. E, naturalmente, tutte le persone che lavorano alle gare e a Munderfing. Siamo una squadra con un obiettivo ambizioso. Mi sto godendo i miei migliori momenti nel campionato MotoGP, e sono davvero felice di sapere che continuerò qui almeno fino al 2020".

Continuare i progressi - "Pol è una parte forte del nostro progetto e ci ha dato molta fiducia e convinzione, così come i momenti salienti finora con due none posizioni", aggiunge Pit Beirer - KTM Motorsports Director. "Sono davvero felice di poter continuare insieme per altri due anni perché possiamo costruire sul lavoro che abbiamo già fatto e continuare a progredire con la moto; Paul dovrebbe essere sicuramente una delle persone a beneficiare di tutto ciò che abbiamo raggiunto e imparato e di come andremo avanti in futuro".