Decima posizione in griglia e una gara tutta in salita. La domenica di Valentino Rossi sul circuito di Jerez si preannuncia dura, a causa di un problema con le gomme quando la temperatura dell’asfalto sale. Un problema, che il pilota non riesce in alcun modo a risolvere nonostante, insieme al suo box, le abbia tentate tutte. Per avere qualche speranza di rimonta in gara, fondamentale a questo punto riuscire a trovare la quadra prima della partenza.

"Abbiamo provato a modificare il bilanciamento della moto - ha dichiarato Valentino dopo le qualifiche - ma la mattina vado un po' meglio, abbastanza bene, nel senso che sono più vicino ai migliori. Però al pomeriggio, quando le temparature si alzano, vado in crisi con le gomme e sono un po' in difficoltà sia davanti che dietro, quindi tutto diventa più difficile". 

"Abbiamo provato anche le gomme dure, sia davanti che dietro - ha proseguito il pilota - ma non è questa la via da seguire. Anzi, faccio ancora più fatica perché perdo grip. Sarà sicuramente difficile, perché partire decimo non è l’ideale, ma soprattutto il mio passo non è un granché, quindi sarà una gara dura. Bisogna cercare di lavorare da qui a domani per migliorare qualche piccolo dettaglio e poi vediamo cosa riusciremo a fare domani. Il problema è che se domani sarà caldo come oggi, o addirittura un pochino più caldo, faremo fatica”.

A PROPOSITO DELLA PRESTAZIONE DI ZARCO con la Yamaha Tech3, nettamente superiore a quella delle Yamaha ufficiali, Valentino ha commentato: "Sembra che lui, essendo più piccolo di corporatura e più leggero, riesca a stressare meno le gomme. Una sua caratteristica da sempre, che lo aiuta su queste piste su cui si soffre tanto con il posteriore, in cui riesce ad essere più rapido. Ma probabilmente è un insieme di cose".