In un lungo intervento ai microfoni di Sky, Andrea Dovizioso chiarisce il suo punto di vista sull'episodio capitato in gara, che lo ha visto protagonista di una clamorosa caduta, insieme a Lorenzo e Pedrosa. Il forlivese “scagiona” in gran parte (ma non totalmente) il compagno di squadra e non nega il grande rammarico per i punti persi.

Non ci voleva, avevamo fatto tutto alla perfezione - Esordisce Andrea Dovizioso - A Jerez, partire dietro, recuperare con calma, con metodo... mamma mia che botta. Quando hai il secondo posto così, tra le mani, andare a casa con zero... non ci voleva. Da un lato prendiamo il positivo, perché andare così forte su questa pista non è facile. Abbiamo fatto un lavoro esagerato, eravamo messi male, invece poi ci giocavamo la gara. Però ci ho messo troppi giri a sorpassare Jorge, perché eravamo tutti in crisi col davanti e non si poteva esagerare nelle staccate e lui aveva problemi sul davanti, era troppo lento a centro curva, ma accelerava sempre forte. Quindi non riuscivo mai a prepararmi il sorpasso nel modo giusto”.

Ci ho provato, perché erano tanti giri che ero dietro, sono andato un po’ lungo, però senza creare problemi a nessuno; solo che loro erano tutti e due al limite e tutti e due hanno voluto fare una manovra secondo me un po’ azzardata. E’ una manovra da gara, intesi, però hanno tanta esperienza e potevano fare più attenzione”.

Dani è entrato molto veloce dentro e quindi diciamo che lui ha la colpa più grossa. Arrivando da dietro puoi gestire i piloti davanti. Jorge, dal canto suo, era un po’ largo e si sarebbe dovuto preoccupare dell’ipotesi che potesse arrivare qualcuno, anche se col casco in laterale non vedi. E sicuramente non l’ha visto, però non si è neanche preoccupato di girarsi. Mi scoccia un bel po’, sono cose che in gara possono succedere. Do meno colpa a Jorge. Inoltre, sulla tabella (ndR, quella esposta al muretto dei box) non aveva l’indicazione di un altro pilota dietro oltre me: lui mi ha detto che non sapeva ci fosse il terzo”.

Inoltre Dovizioso, dopo aver espresso rammarico per i 20 punti persi, ha escluso un suo ipotizzato gesto di stizza contro Lorenzo rientrando ai box. Tra di loro c’è rivalità ma non rancore: “io non ho nessun problema con lui,” dichiara Andrea al termine dell’intervista e aggiunge “quel che è successo non ha niente a che vedere con una manovra motivata dal fatto di essere in lotta io e lui”.