Una giornata davvero incredibile, per la MotoGP, quella vissuta oggi sul circuito spagnolo. E se alcuni piloti si sono ritrovati a maledire inesorabilmente il fato (e non solo), altri non hanno potuto fare a meno di ringraziarlo. Tra questi, l’ottimo Johann Zarco, che grazie all’uscita di scena di Lorenzo, Dovizioso e Pedrosa, conquista un secondo posto ormai insperato alle spalle di Marquez.

Ho avuto un po’ di fortuna - dichiara il pilota Yamaha Tech3 - qualche volta ce n’è anche bisogno. Oggi alla fine è andata bene, sono partito dalla terza posizione, come avevo detto era una buona opportunità. Avrei potuto essere un pochino più veloce, potevo in effetti esserlo di più in partenza rispetto a Pedrosa, ma lui andava un pochino meglio in accelerazione. Dopodiché, non ho mai avuto abbastanza margine per superarlo in frenata. Era piuttosto difficile cercare di passarlo, non ci sono mai riuscito, e poi ho perso qualche posizione. Dovizioso e Crutchlow mi hanno ripreso, sono andato largo in un paio di occasioni e ho perso altre posizioni. E’ stato un momento difficile per me”.

Alla fine mi sono trovato in 5° posizione - prosegue Zarco - cercando di prendere chi mi stava davanti, anche se Marquez stava andando via. Però avevo sempre fiducia nella possibilità di riuscire ad agguantare il podio, ero lì ad aspettare di avere delle sensazioni migliori e intanto facevo la mia gara. Poi, quando ho visto che tutti e tre insieme sono caduti, non ci credevo nemmeno io e quindi ho detto: va bene, manteniamo la calma, abbiamo un grosso vantaggio, mancano 7 giri, cerchiamo di concludere la gara per portarci a casa una gioia e soprattutto 20 punti in campionato”.