Alla vigilia del GP di Le Mans, nella conferenza stampa dei piloti Valentino Rossi ha posto l’accento sulla difficoltà della competizione di quest’anno e sul livello molto alto di tutti i piloti. Insieme al pesarese, in conferenza sono intervenuti  il campione in carica Marc Marquez, l'eroe di casa Johann Zarco, Andrea Iannone e Danilo Petrucci e lo spagnolo Aleix Espargaro.

Rossi: “n momento difficile” - Il weekend di Le Mans arriva in un “momento difficile” per il nove volte Campione del mondo, che in sella alla sua M1 punterà a mantenersi coerente con il suo passato, che l’ha portato più volte sul podio sul circuito francese. Non sarà un’impresa facile per Movistar Yamaha, che non sarà l’unico team agguerrito tra i partecipanti: “Il livello generale è molto alto e siamo tutti molto vicini. Anche per essere tra i primi cinque hai bisogno di prestazioni paragonabili alla vittoria”, ha detto Valentino Rossi.

Marquez: “Nessun punto debole” – Uno dei motivi del livello così alto della concorrenza può essere il recente progresso di Honda, che ha migliorato il suo pacchetto soprattutto nel campo dell’accelerazione della RC213V, così come ha sottolineato Marc Marquez nella conferenza stampa: L'anno scorso il nostro punto debole era l'accelerazione, dove perdevamo troppo, cercando di recuperare nelle curve, ma quest’anno siamo migliorati molto, ha detto il campione in carica. “Spero che il fine settimana sia positivo, ma la Yamaha sarà forte, e Zarco sarà molto motivato, ma anche Ducati e Suzuki saranno molto vicine”, ha concluso.

Iannone: “Suzuki migliorata” - Suzuki, che nei primi quattro round della stagione ha già conquistato tre podi, due dei quali grazie ad Andrea Iannone. L’abruzzese ha spiegato che la Casa di Hamamatsu ha intenzione di presentarsi in Francia in ottima forma, a differenza di ciò che era stato l’anno scorso. Siamo reduci da un buon periodo, dopo un ottimo inizio di stagione e un’ottima performance ad Austin credo che siamo migliorati in ogni turno, sia nel feeling che nel risultato”, ha affermato il portacolori della Casa giapponese. “L'anno scorso questa pista era difficile per noi, ma quest'anno arriviamo in una situazione completamente diversa, anche la moto è migliorata molto in inverno”, ha concluso Andrea Iannone.

Zarco: "Continuo a sognare la vittoria" - Ma i riflettori del weekend saranno puntati soprattutto su Johann Zarco, che ha catalizzato l’attenzione negli appuntamenti precedenti e lo farà ancora di più durante il suo round di casa. Il pilota francese sarà motivato dal tifo dei suoi compaesani e sogna la sua prima vittoria nella Classe Regina. “Continuo a sognare la vittoria, per me è una buona pista e l'anno scorso la andava bene qui”, ha detto il pilota Yamaha. “La nostra moto è simile a quella della scorsa stagione, quindi starà a me essere in grado di farla funzionare perfettamente”, ha concluso Zarco.