Dopo un anno e mezzo difficile in sella alla Desmosedici GP, Jorge Lorenzo ha siglato la sua prima vittoria sulla rossa di Borgo Panigale, chiudendo con oltre sei secondi di vantaggio sul secondo classificato e compagno di squadra Andrea Dovizioso.

Lorenzo: “Una vittoria fantastica” - “Sono molto felice, ieri avevo detto che vincere al Mugello con la Ducati sarebbe stato un sogno, oggi questo sogno si è realizzato”, ha dichiarato Jorge Lorenzo. È una delle vittorie più speciali di tutta la mia carriera, probabilmente pari alla prima vittoria in 125 nel 2003 e a quella del 2008 in MotoGP. Sono davvero molto emozionato e contento per la squadra, perché è stato fantastico ottenere questa vittoria sulla pista di casa della Ducati dopo un fine settimana molto impegnativo, ha aggiunto.

La gara - Il pluri-iridato spagnolo è scattato perfettamente dalla prima fila, sfruttando tutto il potenziale del prototipo bolognese per piazzarsi subito davanti a tutti con un ritmo micidiale. La vittoria ha portato il pilota maiorchino al decimo posto della classifica generale.

 “Questa mattina mi sono reso conto che ce la potevamo fare e, anche se ero preoccupato per il rendimento degli pneumatici, ho deciso di spingere da subito, come è il mio stile, e tutto è andato alla perfezione, non posso chiedere di più”, ha commentato Lorenzo subito dopo la gara. “Dovremo celebrare questo successo alla grande perché era da troppo tempo che non riuscivo a vincere e ci sono riuscito alla mia maniera. Ho passato momenti difficili ma ci ho sempre creduto, vedevo che ogni volta eravamo più vicini, e alla fine ce l’abbiamo fatta”, ha concluso lo spagnolo.

Domenicali: “Ecco il vero Lorenzo” - “Sono molto felice per la vittoria di Jorge perché è un ragazzo straordinario e fino ad oggi non era ancora riuscito a dimostrare il suo grande talento su una Ducati”, ha detto Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati Motor Holding.

Oggi abbiamo visto il vero Lorenzo: i ragazzi del team sono stati molto bravi a trovare una combinazione ideale e lui ha saputo interpretarla al meglio. Jorge ha fatto una gara alla sua maniera, una di quelle in cui non ce n’è per nessuno. Questa giornata bellissima ci ripaga anche della difficoltà degli ultimi due GP”, ha concluso.