C’è stata molta tensione negli ultimi mesi nel team Marc VDS per il conflitto di gestione: lo scontro era fra Marc van der Straten, dirigente belga nonché proprietario di AnheuserBusch inBev, gigantesca azienda di produzione di birra, e Michael Bartholemy, che gestiva i team di MotoGP – con Franco Morbidelli e Thomas Luthi – e Moto2 – con Alex Marquez e Joan Mir.

Dopo i problemi di gestione, è stato trovato un accordo che porterà il proprietario del team Marc van der Straten ad assumere la leadership, mentre il team principal Michael Bartholemy affronterà “una nuova sfida", come annunciato da Crash.net.

Tuttavia, permangono dubbi sul fatto che il team Marc VDS rimarrà nella classe MotoGP la prossima stagione: i rumors parlano di una possibile concentrazione esclusivamente sulla squadra della Moto2.

Ulteriori speculazioni sul paddock suggeriscono che Bartholemy e la sua infrastruttura potrebbero svolgere un ruolo nel nuovo progetto MotoGP Yamaha satellite.

L'ACCORDO - "Le ultime settimane sono state difficili per tutti nel Marc VDS Racing Team. L'incertezza che circondava il nostro futuro ci ha distolti dal nostro obiettivo principale: quello di vincere le gare”, ha detto Marc van der Straten. “Con questo accordo possiamo tornare a concentrarci unicamente sull'aggiunta di nuovi successi a quelli che abbiamo conquistato in passato", ha detto van der Straten.

Marc van der Straten ha dichiarato che la fine della partnership è stata dovuta solo ad un differente approccio strategico e che non ha mai rivolto accuse verso Michael Bartholemy, in particolare per quanto riguarda ogni presunta appropriazione indebita.

OTTO ANNI INSIEME - "In otto anni, Marc ed io abbiamo ottenuto bei risultati insiemi, vincendo due campionati del mondo e portando il Marc VDS Racing Team ad essere uno dei più forti e di maggior successo nel paddock, e ne sono molto orgoglioso", ha dichiarato Bartholemy.

"Tuttavia, nessuna partnership dura per sempre e oggi le nostre strade si separano. Non vedo l'ora di affrontare una nuova sfida, ma vorrei augurare a Marc e al team tutto il meglio per il futuro", ha concluso Bartholemy.

Van der Straten assumerà ora la guida del Marc VDS Racing Team, che è in lotta per il terzo titolo mondiale in Moto2.