Il ducatista del team Pramac – che l’anno prossimo vestirà i colori ufficiali Ducati – si dichiara pronto per puntare alla zona alta della classifica ad Assen, dove lo scorso anno concluse al secondo posto.

“È stato un gran peccato non potersela giocare fino all’ultima curva, ma mi dà la carica per fare meglio quest’anno anche se sarà difficile”, dichiara Petrucci a proposito della scorsa edizione.

Fu una gara spettacolare quella del ternano al TT 2017, lì davanti a giocarsi il successo cedendo poi a Valentino Rossi, domenicatore della pista olandese con ben dieci successi. 

Quest’anno il portacolori Alma Pramac Racing è nel pieno della lotta per essere il miglior pilota non ufficiale ma, ancora di più, è primo tra i ducatisti.

INFORTUNATO - Ad attenderlo un fine settimana difficile perché scenderà in pista con una piccola frattura al piede destro, conseguenza di una caduta nei test di Barcellona. Non è particolarmente grave ma è di certo un fastidio che potrebbe leggermente condizionare il suo GP nell'arco del fine settimana.

“È una delle mie piste preferite”, dice Petrucci a proposito di quella che è considerata come ‘l'università delle due ruote'. “È bello girare su questo tracciato e negli ultimi due anni ho fatto sempre delle belle gare, voglio riprovarci anche in questa stagione.

“A Barcellona non è andata come mi aspettavo ma abbiamo fatto dei punti e siamo ancora vicini ai primi in classifica. Purtroppo nei test sono caduto e ho una piccola frattura al piede ma non mi dà fastidio. L’obiettivo è fare punti e restare nella top 5”, conclude Petrucci.