“L’impressione che mi ha fatto la Ego Corsa è stata buona sin dall’inizio” ha commentato Jurgen van den Goorbergh dopo aver testato la Ego Corsa di Energica sul circuito di Assen, davanti ai 110.000 spettatori che hanno affollato le tribune del circuito

In questa cornice, l’ex pilota del motomondiale ha percorso gli impegnativi 4,5 km del tracciato van Drenthe di fronte al pubblico di casa, divertendosi in sella alla supersportiva pronto pista di Energica.

FEELING COSTANTE - “L’ho guidata per la prima volta venerdì, e successivamente nel demo lap”, ha raccontato Jurgen van den Goorbergh. “Il venerdì è stato ovviamente di studio: la moto è molto stabile e il feeling è costante. Quando apri il gas, la moto continua ad accelerare e va forte, e molto veloce! Dopo il primo contatto di venerdì, domenica ho spinto di più; il ginocchio a terra è sempre qualcosa di entusiasmante per un pilota”.

Per van den Goorbergh è stato particolarmente emozionante trovarsi a girare davanti al pubblico di casa. 

“Mi piace il format di questa nuova competizione e credo che sia un’ottima idea quella di avere piloti del passato e del presente come protagonisti del demo lap di fronte al loro pubblico di casa. Sono stato fortunato ad essere stato scelto per Assen, quindi un grazie va ad Energica e Dorna per questa opportunità: mi sono divertito!”

AERODINAMICA MIGLIORATA - La Casa modenese ha portato in pista la versione 2019 della Ego Corsa con un ulteriore aggiornamento a livello di carenatura con aerodinamica migliorata, ma non solo. Assen è stata la prima uscita ufficiale del nuovo logo aziendale, parte di un corposo rebranding Energica. Il nuovo logo ha uno stile più aggressivo, in linea con l’approccio dell’azienda al mercato motociclistico internazionale, ed ha mantenuto la celebre ‘E’, il cuore pulsante che rappresenta l’anima del brand.

Il percorso di avvicinamento alla FIM Enel MotoE World Cup 2019 vedrà la Ego Corsa in pista una volta in più prima della pausa estiva. Al Sachsenring, a guidarla per il nono demo lap dell’anno sarà l’attuale capo classifica del mondiale Supersport e primo campione del mondo Moto3 della storia  Sandro Cortese, iridato nel 2012.