Il capotecnico è un po’ confidente del pilota e un po’ tramite tra chi va in pista e chi lavora al box o in Azienda. Non sono rari i casi di capotecnico che segue il pilota in un’altra Casa: Jeremy Burgess andò con Valentino Rossi dalla Honda alla Yamaha, con successivo andata-ritorno in Ducati. Oppure Christian Gabarrini, che seguì Casey Stoner dalla Ducati alla Honda. 

GALLURESE CON MORBIDELLI? - Questo segmento del mercato non soltanto è in piena attività, ma per intensità e manovre senza esclusione di colpi, si sta rivelando persino più aspro del mercato piloti! Ramon Forcada è al centro della scena, per il suo interesse da diverse parti e in particolare da Valentino Rossi. Silvano Galbusera, a quel punto, potrebbe diventare un aiuto per Franco Morbidelli, che sta vivendo l’incertezza del Team Marc VDS ed è destinato alla Yamaha satellite. 

ROMAGNOLI CON PETRUCCI - Passano i giorni ed emerge che Gabarrini (capotecnico di Lorenzo) è stato abilmente bloccato dalla Ducati, per impedirgli di andare in Honda con Jorge (il maiorchino verrà affiancato da Ramón Aurín, ex capotecnico di Dani Pedrosa e Jack Miller, oggi con Taka Nakagami). Ed emerge con sempre maggiore chiarezza che Manuel Cazeaux ha detto un secondo “no” a Maverick Viñales: resterà in Suzuki. Sarà Daniele Romagnoli ad assistere Danilo Petrucci nel team ufficiale della Ducati, mentre Giacomo Guidotti dalla HRC (dove segue Pedrosa) andrà in Aprilia per lavorare con Aleix Espargaró. E Aleix cederà a Zarco il suo capotecnico, Marcus Eschenbacher, che andrà dall’Aprilia alla KTM.