“Arriviamo alla fine della prima parte di stagione con un bilancio positivo”, dice Jorge Lorenzo alla vigilia del GP di Germania. “Siamo cresciuti con il passare dei mesi e adesso abbiamo un pacchetto competitivo, possiamo lottare in tutti i tipi di circuito”.

E’ decisamente carico Jorge Lorenzo prima di a GP di Germania con la grande carica delle migliori vigilie. Anche se sassone, non è una delle piste che meglio si addice alla Ducati del Team: un tracciato corto, stretto e molto spezzato, adatto ai rivali della Honda più che alle Ducati.

Ma il maiorchino si prepara alla grande sfida: Lorenzo all’appuntamento tedesco non ha mai vinto ma vi arriva con un record che la dice lunga sulla sua ottima condizioni in questa parte di stagione: ha comandato il 40% dei giri in totale fino ad ora.

CONTRO LE PREVISIONI - “Ad Assen, dove non abbiamo mai ottenuto grandi risultati, abbiamo comandato la gara e siamo stati vicino al podio”, prosegue Lorenzo. “Come al Sachsenring, una pista dove teoricamente siamo destinati a soffrire ma faremo in modo di essere il più competitivi possibile”.

All’inizio della gara in Olanda dove, dopo una grande partenza, Lorenzo infatti ha provato a fare il vuoto dando il via a quella che è stata una delle gare più combattute della storia del MotoGP. E con due vittorie al suo attivo, ora si prepara a sfidare il Sachsenring.