Un Andrea Dovizioso in stato di grazia, quello che oggi ha “danzato” come un ghepardo tra i cordoli infuocati di Brno. Perché non è uno specialista del crono, il Dovi, ma oggi il forlivese è riuscito a trovare il giusto feeling col polso destro per tornare a farsi incoronare “signore del tempo”: era dal GP della Malesia del 2016 che non otteneva la pole in qualifica; mentre per trovare una Ducati prima in griglia a Brno, bisogna andare indietro fino al 2008, con Casey Stoner.

“Fino ad ora è stato un weekend quasi perfetto! - commenta Andrea Dovizioso - Siamo partiti subito veloci e questo ci ha permesso di lavorare serenamente in ottica gara e di arrivare competitivi per la qualifica. Più che per la pole position, comunque molto importante, sono contentissimo del tempo che abbiamo fatto. Non mi aspettavo di ottenere questo crono, ma quando anche gli altri hanno cominciato a spingere ho capito che la mia moto c’era e che potevo veramente forzare. La Desmosedici ha risposto benissimo e ho fatto un tempo esagerato. Per la gara non è facile capire chi può essere messo meglio, però il mio feeling è molto buono”.