Sul circuito del Red Bull Ring Marc Marquez ha conquistato un secondo posto alla fine di una gara molto combattuto Ring, dividendo il podio con il vincitore della gara Jorge Lorenzo e il terzo posto Andrea Dovizioso.

Alla fine, Marc ha mancato la vittoria di soli 0.130", e sicuramente non per mancanza di tentativi. Dopo aver preso il comando al secondo giro, ha provato a prendere un certo vantaggio, ma Lorenzo e Dovizioso gli sono stati addosso per la maggior parte della gara. Si profilava una battaglia inevitabile, che si è conclusa con la seconda posizione dello spagnolo della Honda.

"Mi è piaciuta molto la gara perché sono anche se sono arrivato secondo ho dato tutto”, ha detto Marquez. “A Brno non avevo abbastanza confidenza, mentre qui ci ho provato. Ho iniziato a spingere forte sin dall'inizio perché avevo scelto la gomma posteriore dura con l'obiettivo di cercare di aprire un varco in anticipo, perché sapevo che Dovi e Lorenzo sarebbero stati molto veloci alla fine della gara, quando le gomme si sono degradate”, spiega Marc Marquez.

Impossibile vincere - “Questa è la nostra strategia e per un po’ ho creduto di poterla realizzare, ma ben presto mi hanno ripreso. E' stata una grande battaglia. Ho provato a difendermi, a cambiare le mie traiettorie, ma era impossibile. Questa è una pista in cui sono molto forti, specialmente sui rettilinei.

In queste situazioni cerchiamo di gestire al meglio e abbiamo anche noi i nostri punti molto competitivi; eravamo molto forti in frenata e in curva. Sicuramente useremo questi punti di forza su altri tracciati”, aggiunge il leader della classifica generale.

Siamo sempre sul podio, e questa è la cosa più importante. Abbiamo perso solo cinque punti su Lorenzo e guadagnato di più su Valentino, che è secondo in classifica. Siamo contenti di questo risultato, abbiamo fatto un ottimo lavoro", conclude Marquez.