Il circuito di Silverstone ospiterà questo fine settimana il dodicesimo appuntamento del mondiale MotoGP e un nuovo demo lap per l’elettrica Energica Ego Corsa. In sella questa volta ci sarà l’ex campione del mondo della Superbike Neil Hodgson, vincitore di un titolo anche nella Superbike britannica.

Futuro elettrico - “Sono davvero entusiasta di poter guidare la Ego Corsa”,ha detto Neil Hodgson. “Ho corso in sella a tantissimi modelli di moto nelle varie categorie e campionati in cui ho preso parte in carriera, ma non ho mai provato una moto elettrica! Diversi piloti l’hanno già provata e ne sono rimasti piacevolmente sorpresi. Questo è il futuro, e per me è la prima opportunità di avvicinarmici. Il poterlo fare a Silverstone rende tutto ancora più speciale, è un grandissimo onore per me. La pista è incredibile: veloce, tecnica ed ha un mix di curve davvero completo. È sicuramente tra le mie preferite, e non vedo l’ora di scendere in pista!”

Una vetrina speciale - Silverstone è parte integrante della storia del motorsport e, nonostante la miriade di cambi al tracciato pianificati o realizzati, rimane comunque uno dei circuiti preferiti tra i piloti di tutte le categorie. La pista inglese di 5,9 km, veloce e tecnica, sarà la vetrina ideale per la supersportiva elettrica pronto pista di Energica, guidata da Neil Hodgson prima del via della MotoGP.

Neil Hodgson - Nato a Burnley nel 1973 il pilota inglese si è laureato campione mondiale Superbike nel 2003. Più che per i risultati ottenuti nelle gare del motomondiale è maggiormente conosciuto per la sua attività sportiva nelle Superbike, sia britannico che nel campionato Mondiale Superbike culminata con la conquista del titolo mondiale a bordo di una Ducati 999 F03 nel 2003. Un incidente accaduto nel 2010 durante la prima prova del campionato a Brands Hatch, aggrava le condizioni della spalla già pesantemente infortunata la precedente stagione e lo costringe al ritiro dalle corse. Nel corso della sua carriera agonistica, il quarantacinquenne del Lancashire ha accumulato una grossa mole di esperienza avendo corso, oltre agli anni del mondiale, anche nel Regno Unito e negli Stati Uniti d’America. Da diversi anni fa parte del team di commento MotoGP del network televisivo britannico BT Sports.