Alti e bassi stanno caratterizzando la stagione di Maverick Viñales, che alla vigilia del GP di San Marino si trova in quinta posizione in classifica iridata, a 88 punti dalla vetta, detenuta da Marc Marquez, e a 29 lunghezze dal suo compagno di box Valentino Rossi.

E’ fuor di dubbio che a Misano Maverick Viñales punterà di nuovo alle zone alte della classifica. Sul podio del circuito adriatico è già salito, ma in Moto3, nel 2013, quando colse un secondo posto. L'anno scorso il pilota Yamaha ha mancato di poco il podio nella classe MotoGP quando ha difeso da solo i colori Yamaha ufficiale in una performance da solista in condizioni di bagnato (Valentino Rossi si era infortunato in allenamento).
Lo spagnolo ha dimostrato di aver migliorato le sue sensazioni in sella YZR-M1 nelle sessioni di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna e durante il positivo test privato ad Aragon della settimana scorsa.

Nella direzione giusta - "E’ un peccato che  a causa delle cattive condizioni meteorologiche non abbiamo potuto correre a Silverstone e questo è stato un peccato perché mi sentivo molto bene in moto ed ero stato veloce nelle prove", ha detto Vinales.

Ora arriviamo a Misano dopo un test molto utile ad Aragon, dove abbiamo continuato a lavorare per trovare l'assetto più adatto al mio stile di guida. Siamo molto motivati, perché sento che stiamo lavorando nella direzione giusta”, ha aggiunto Viñales.

Fanno ben sperare le sue dichiarazioni sul feeling con la Yamaha. "Inizio ad avere le stesse sensazioni che avevo sulla M1 all'inizio dell'anno scorso e questo mi dà un senso di calma e mi permette di concentrarmi sul continuare ad ottenere punti in ogni gara", ha spiegato Viñales.

"E' molto positivo anche il fatto che a Misano qualche settimana fa abbiamo siglato buona prestazione nei test. Abbiamo migliorato molte cose sul set-up, quindi come sempre darò il 100%, per provare a riportare la Yamaha alla tanto attesa vittoria", conclude Viñales.