La prima giornata di prove libere della MotoGP a Misano si conclude con il primato di Andrea Dovizioso che nella prima sessione ha messo a segno il crono di 1’32’’608, ritoccato nella seconda sessione scendendo a 1:32.198. A confermare il dominio delle Ducati ufficiali, il secondo tempo di Jorge Lorenzo, che nel suo miglior passaggio ha fermato il cronometro sull’1’32’’358, a 160 millesimi, dunque, dal suo compagno di squadra.

Il secondo turno si è aperto con la minaccia di pioggia, e molti piloti si sono piloti impegnati nel cercare di firmare il miglior tempo nel minor temo possibile. Alla fine, però, il turno si concluderà senza nessuna precipitazione e i migliori crono verranno siglati come di consueto nelle fasi finali della sessione.

Terzo tempo per un sorprendente Cal Crutchlow, che piazza la LCR Honda Castrol sul podio virtuale della giornata, a soli 187 millesimi dal crono di Dovizioso, togliendosi la soddisfazione di essere 1 decimo e mezzo più veloce sulla Honda ufficiale di Marc Marquez: il leader della classifica iridata, inizialmente al comando della tabella dei tempi, conclude infatti la giornata con il quinto tempo.

ROSSI RISALE - In mezzo alle due Honda si piazza competitivo Maverick Viñales, con la prima M1, al quarto posto nella classifica generale. Il suo compagno di box Valentino Rossi, che aveva concluso la prima sessione al 15° posto, ha spuntato alla file l’ottavo tempo, buttando giù quasi un secondo rispetto alla mattina, ma rimanendo comunque oltre mezzo secondo più lento di Dovizioso.

Sesto crono per Danilo Petrucci, davanti ad Alex Rins, mentre il compagno di squadra di quest’ultimo. Ottime libere per il rientrante Franco Morbidelli che con un ottimo giro centra la Q2 teorica grazie al decimo tempo.

Michele Pirro, tester e wild card del Ducati Team è tredicesimo.

Continua il processo di affiatamento per la MotoGP per Christophe Ponsson, che sostituisce Tito Rabat, e che ha concluso a quasi 6 secondi dalla vetta. Caduta, la seconda della giornata per Hafizh Syahrin. Scivolati anche anche Scott Redding (Aprilia Racing Team Gresini), poi Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu).

Qui i tempi delle prove di oggi.