“La MotoGP è molto seguita qui, ed è stato più che evidente negli ultimi tre giorni: c’erano così tante persone in circuito, tutte pronte a farsi sentire, che mi è venuta la pelle d’oca durante il demo lap con la Ego Corsa”, ha detto Ratthapark Wilairot.

 Il Gran Premio di Thailandia è stata una dimostrazione di amore incondizionato per il motociclismo: duecentomila spettatori si sono infatti riversati al Chang International Circuit nonostante le temperature elevate, che non hanno reso facile la vita dei fan sulle tribune. La Ego Corsa è scesa in pista, per il consueto demo lap domenicale, quaranta minuti prima dell'inizio della gara della classe regina; alla guida della supersportiva elettrica di Energica c’era Ratthapark Wilairot.

WILAROIT ENTUSIASMA - Il trentenne originario di Chonburi, una città situata a ottanta chilometri a sud est della capitale Bangkok, ha ricevuto un calorosissimo benvenuto da parte del pubblico amico, che era più che felice di vederlo di nuovo in azione su quel tracciato in cui tre anni fa vinse nel mondiale Supersport. In quell’occasione, Wilairot divenne inoltre il primo pilota thailandese a salire sul gradino del podio in una gara motociclistica di livello mondiale.

 “È stato davvero stupendo poter scendere in pista di fronte al mio pubblico e sono rimasto piacevolmente sorpreso della moto e del suo comportamento in pista: è davvero molto potente! Vorrei ringraziare Dorna ed Energica per l’opportunità ed augurare loro tutto il meglio per la MotoE World Cup!”

IL PROSSIMO SARA’ HARADA - Il percorso di avvicinamento alla prima edizione della FIM Enel MotoE World Cup porterà la Ego Corsa al Twin Ring Motegi, il circuito che ospiterà il sedicesimo round del Mondiale MotoGP. L’ex campione del mondo 250cc e leggenda del motociclismo Tetsuya Harada è il pilota scelto per il demo lap sul tortuoso tracciato giapponese di 4,8km.