Che tra i due non scorra buon sangue ormai, è risaputo, ma quando l'evidenza è palese anche Valentino Rossi riesce a mettere da parte vecchi rancori sul suo avversario Marc Marquez. E l'occasione è nata durante una sessione di domande e risposte organizzata da Dainese in cui i fans di Valentino potevano chiedergli quello che più desideravano attraverso una diretta su Facebook.

A COLPI DI RECORD - Così, tra una curiosità e l'altra, a Valentino è stato chiesto se pensava che Marc Marquez potesse vincere anche questo campionato 2018 e avvicinarsi così al record personale dell'italiano:”se guardi i numeri, - risponde Vale - Márquez può battere i miei record, ma non mi interessa. Guardo la mia carriera e penso che sia buona. Avrei potuto vincere più campionati del mondo e forse il più grande rimpianto è di non aver vinto a Valencia 2006, quando ho commesso un errore imperdonabile.”


IL FUTURO – Ma nell'occasione non sono mancate neppure domande relative al futuro e allo stato attuale della Yamaha che come sappiamo quest'anno sta dando non pochi grattacapi al numero 46:”ad Aragon abbiamo testato una specifica per il motore, ma per vincere abbiamo bisogno di più cavalli e di un'accelerazione più fluida che consenta di conservare pneumatici migliori in gara. In queste parti Honda e Ducati sono più forti”.

E se l'M1 ancora non convince del tutto Vale, il futuro appare un po' più roseo:”ho firmato un contratto biennale con la Yamaha – conclude - e sono sicuro che correrò nel 2019 e nel 2020. Non cambierà nulla. Continuerò fino a quando sarò competitivo."