Un secondo posto importante quello di Motegi per Cal Crutchlow che arrivato in Australia potrebbe puntare ad un ulteriore podio. Anche per l'inglese quello di Phillip Island è un circuito molto amato e se la Honda satellite del team LCR sarà al top, anche lui darà il meglio di sé.

LE DICHIARAZIONI - “Dobbiamo considerare che in Giappone -spiega Cal in conferenza stampa - la gara è andata bene, quindi è un bel momento per la Honda. Certo, replicare la vittoria del 2016 qui in Australia è difficile, la pista regala molti sorpassi e molte situazioni con molti piloti in lotta almeno 10, ma solo 3 posti sul podio. Speriamo quindi di poter fare una bella bagarre.”

Esiste quindi una chiave di vittoria su questo circuito? “Non lo so  - prosegue Crutchlow - non ne ho idea, ho vinto una gara aprendo il gas ma non so cosa fare, è un ciruito che ha bisogno di molta tattica ci sono trucchetti che si possono fare, l'iportante è stare davanti e staccarsi dal gruppo come ha fatto Marquez lo scorso anno.”

SU MARQUEZ – E a proposito del campione del mondo 2018, cosa ne pensa il pilota inglese? ”Quello che in Marquez fa la differenza – conclude – è la sua consistenza e coerenza, questo è il suo punto forte. Quest'anno il peggio che ha fatto è il terzo posto, fa errori in qualifica ma ha una coerenza incredibile. Bisogna trarre vantaggio quando sbaglia, è fortissimo a prescindere da bagnato o asciutto.”