E' toccato proprio a Valentino Rossi ai microfoni di Sky Sport annunciare la fine del rapporto con Luca Cadalora, dopo tre anni di collaborazione. «Abbiamo cercato in tutti i modi di tenerlo per i prossimi due anni, ma ci ha detto di no in maniera garbata - ha scherzato Valentino - Capisco che tra gare, test e altro restare sarebbe stato un impegno gravoso, ma sono stati tre anni di grande esperienza, ci siamo divertiti e abbiamo fatto un grande lavoro».

CADALORA: «TRE ANNI IMMENSI» - Finisce dunque l'era di Cadalora, un titolo mondiale nella 125 nel 1986 , due in 250 nel 1991 e nel 1992, vice campione del mondo in classe 500 nel 1993, come coach di Valentino Rossi in Yamaha.«Ho deciso di prendermi una pausa - ha spiegato Cadalora -  Sono stati tre anni intensi, accanto ad un campione straordinario, non solo come pilota, ma anche come persona. E’ stato questo che mi ha permesso di durare tre anni. Io di solito mi stufo presto delle cose e questo ha sorpreso sia me che Vale. Lui è fantastico».

CHI AL SUO POSTO? - Cadalora ha scelto di passare più tempo in famiglia ma non rinnega il lavoro svolto in questi anni, che gli ha lasciato molto anche dal punto di vista umano: «Sono stato legatissimo a Vale, ai suoi amici, al suo staff, abbiamo riso e abbiamo lavorato sodo. Guardando i meccanici di Vale (il gruppo storico degli australiani ndr) ho capito perché Doohan mi dava la paga. E' stato tutto bellissimo. Questa esperienza mi ha allungato la carriera di tre anni. E’ stato come essere sempre in moto con Vale». Al suo posto potrebbe andare Idalio Gavira, coach dello Sky Racing Team VR46, che ha seguito Valentino già nei test a Jerez.