Novità nel regolamento della motogp a partire dal prossimo campionato 2019. Tutta la Gran prix Commission composta dal Ceo Dorna Carmelo Ezpeleta insieme a Paul Duparc, Takanao Tsubouchi, Mike Trimby, Carlos Ezpeleta ), Corrado Cecchinelli, Mike Webb e Danny Aldridge si è riunita per decidere alcuni cambiamenti per quanto riguarda il regolamento, tra cui l'arrivo effettivo  del pilota a fine gara, sostituzioni e sorpassi.

TRAGUARDO E SOSTITUZIONI - Andando nello specifico, quando si tratterà di finire una gara, in caso di incidente come certe volte è avvenuto sul rettilineo finale, si calcolerà solo chi dei due tra pilota o moto taglierà il traguardo per ultimo. Un'altra novità riguarderà inoltre le sostituzioni nelle classi Moto3 e Moto2, dove i team potranno chiamare altri piloti provenienti da altri campionati come il CEV, ma solo tenendo conto dell'attività di tali eventi e non saranno considerati giorni di test per le classi del campionato del mondo le prove nei 14 giorni antecedenti un GP sullo stesso circuito.

CADUTE E SORPASSI– Dalla Commissione è stato poi confermato che un pilota potrà riprendere la corsa dopo l’intervento di un commissario di pista e del suo eventuale rientro con la moto riaccesa, anche se è stato vittima di una caduta. Inoltre, quando viene inflitta una penalità con un cambio di posizione a causa di un sorpasso avvenuto con bandiera gialla esposta, o per qualsiasi altra infrazione, le informazioni saranno comunicate tramite il display sul cruscotto e sulla lavagna al muretto dei box per un massimo di tre giri, mentre fino ad oggi il massimo dei giri era cinque. Restando in tema di penalità, c'è poi un cambiamento per ciò che riguarda la decisione del FIM Steward in caso di cambio di posizione o ride through: quando viene inflittà una penalità di tempo al posto di qualsiasi altra penalità non appellabile, anche la penalità di tempo diventa inappellabile.

AVVIAMENTO DELLA MOTO E GENERATORI – Quando si tratta di avviare un motore, non potrà essere fatto, per motivi di sicurezza, all'interno del box ma solo in pit lane. Mentre per ciò che riguarda l'utilizzo di generatori sulla griglia di partenza, attualmente, la normativa prevede l'utilizzo di un generatore portatile con una potenza massima di 2 kw. La pratica corrente vede l’impiego di generatori che possano essere incorporati in un carrello porta attrezzi, ruote di scorta e altro.Mentre nel nuovo regolamento sarà il Direttore Tecnico il responsabile dell'accettabilità del carrello generatore introdotto sulla griglia di partenza.

CONCESSIONI - Quando un costruttore ottiene i punti sufficienti per perdere le concessioni, perde anche il diritto ai test illimitati per la stagione successiva. Inoltre, i punti di concessione scadranno nell’arco di un biennio della data in cui i punti sono stati acquisiti.

GOMME RAIN – Dal 2019 aumenterà la disponibilità di gomme da bagnato per ogni team che diventeranno 13 anziché 11, mentre per Moto3 e Moto2 restano illimitati.