Il tanto atteso primo test ufficiale della MotoE World Cup è andato in scena sul Circuito di Jerez, con i dodici team che prenderanno parte alla competizione. Nella tre giorni in pista, dodici Ego Corsa sono state guidate per la prima volta dal mix di giovani ed esperti talenti del motociclismo internazionale che formano il line-up della prima edizione di questo campionato. L’avvio della stagione sarà proprio su questo circuito nel weekend dal 3 al 5 maggio del prossimo anno.

Tra i piloti, quello che ha fatto più notizia è stato forse Sete Gibernau, due volte vicecampione MotoGP e vincitore di nove gare nella classe regina - una in 500 e otto in MotoGP -. A quarantotto anni di età, ha fatto il suo ritorno agonistico in pista con il Pons Racing Team.

IL PIU’ VELOCE - Il più veloce di tutti, però, è stato l’ex pilota ufficiale MotoGP Bradley Smith (Sic Racing Team), che ha fatto segnare un miglior tempo di 1’50.265 nella quarta di nove sessioni da trenta minuti.

“Sono davvero felice”, ha detto Bradley Smith, che quest’anno si alternerà fra il ruolo di pilota della MotoE e di collaudatore con il team Aprilia Racing Gresini. “Queste tre giornate di test sono andate estremamente bene. E’ stato un peccato per il meteo, però è stato bello al tempo stesso poter provare sull’asciutto, sul bagnato e con condizioni miste, di modo da poter avere informazioni e feedback dai vari setting, dalle gomme ma anche dalle varie configurazioni di elettronica e dalle mappature che abbiamo provato. Complessivamente mi sono adattato in maniera abbastanza rapida alla moto, cercando al contempo di capire il modo per farla funzionare al meglio.

“Sento che questo campionato sarà molto competitivo: è stato bello vedere insieme piloti provenienti da così tanti campionati e discipline diversi, e vedere così tanto equilibrio in pista. E’ una piacevole sorpresa per le persone coinvolte e sono in tanti a parlare di questo campionato.”

SHAKEDOWN POSITIVO - Questo primo test ha rappresentato più che altro uno shakedown utile a piloti e team per avere un’idea del potenziale della supersportiva elettrica di Energica prima della pausa invernale. Nei meeting e briefing a chiusura del test, i team manager hanno speso parole d’elogio per il lavoro di Energica a Giampiero Testoni, il Chief Technical Officer dell’azienda modenese, impegnato con la crew di tecnici e meccanici a supporto dei team durante il test.

“Siamo molto soddisfatti di come sia andato questo primo test MotoE” , ha commentato il CTO Energica Giampiero Testoni. “Tutte le dodici Ego Corsa in pista hanno registrato un'ottima prestazione. Il feedback ricevuto da team manager e piloti ? stato molto positivo, con le aspettative di questi che, a detta loro, sono state ampiamente superate. Il nostro team ha lavorato in grande sinergia con le squadre, quindi ci aspettiamo grandi soddisfazioni da questa World Cup. Certamente continueremo a lavorare nel corso dell’inverno per fare in modo di essere pronti per il prossimo test di Jerez”.

La Ego Corsa tornerà in pista per il prossimo test ufficiale MotoE dal 12 al 14 marzo.