I piloti delle due ruote trionfano ancora una volta davanti agli esperti delle quattro, al Monza Rally Show. E Valentino Rossi segna un ulteriore record, conquistando la settima vittoria alla kermesse brianzola, e concludendo con il sorriso un anno che in MotoGP gli ha riservato poche soddisfazioni e nessuna vittoria.

ROSSI DOMINA - Ma al Monza Rally Show Valentino Rossi non ha soltanto vinto: ha dominato. Al volante della Ford Fiesta WRC Plus ha siglato il successo in tutte le nove speciali e ha distaccato di oltre un minuto Teemu Suninen, il finlandese che ha corso il Mondiale WRC con il team M-Sport. A completare il podio, Roberto Brivio che si è aggiudicato il “derby” con Uccio. Applausi per Tony Cairoli che ha portato la sua Hyundai i20 al quinto posto vincendo il rally dei “normali”.

E’ vero che la sua macchina era un passo avanti,  e Valentino stesso l’ha definita “il massimo dell’evoluzione, come una MotoGP”, ma la vittoria è stata perentoria anche nei confronti del giovane finlandese Teemu Suninen che aveva la stessa Ford Fiesta WRC Plus.

Sulle “Plus” anche Roberto Brivio e ‘Uccio’ Salucci, che diventano rallysti solo una volta l’anno, e che nonostante questo si sono contesi l’ultimo gradino del podio: a spuntarla alla fine è stato il fratello del team manager della Suzuki.

Alle spalle delle quattro Ford ‘Plus’, si è disputata la gara tra le altre WRC: qui Tony Cairoli, quinto assoluto sulla Hyundai i20, ha chiuso la domenica in rimonta su Marco Bonanomi, battendolo di 8 decimi. Settimo il pluricampione italiano Piero Longhi.

MASTER SHOWTony Cairoli ha siglato il capolavoro nel Master Show: il nove volte campione del mondo si è preso la rivincita su Valentino Rossi: la sua Hyundai aveva 80 cavalli in meno rispetto alla Ford Fiesta WRCS Plus del rivale, in finale ha avuto la meglio. Un testa a testa che ha infiammato le tribune.

Tanto il pubblico che ha affollato il paddock di Monza nei tre giorni, per assistere allo show nel quale Valentino Rossi è stato al centro assoluto dell’attenzione.