Fine settimana di ringraziamenti in casa HRC. Come ogni anno la Honda ha organizzato una festa per salutare tutto il personale che ha partecipato alla stagione 2018 del motorsport. Bellissimo lo speciale “Thanks Day” dedicato a Pedrosa che ha concluso la sua carriera professionistica dopo 18 anni.

REGALO SPECIALE - Dani per l'occasione, oltre al saluto dei fans nipponici, ha ricevuto un omaggio speciale, anzi due: la RS250RW con la quale conquistò il Mondiale della classe intermedia nel 2005 e la RCV212 con cui chiuse al secondo posto il Campionato MotoGP del 2007, vinto nell'occasione dalla Ducati di Casey Stoner. Assente Marquez a causa della convalescenza dopo l'operazione chirurgica alla spalla sinistra. Alla manifestazione erano presenti anche il direttore di HRC, Tetsuhiro Kuwata, e il presidente di Honda, Takahiro Hachigo, che consegnato personalmente le due moto, divenuti oggetti da collezione. Una curiosità: nel 2003, anno del divorzio con Valentino Rossi, passato alla Yamaha, Honda non fece lo stesso con il pesarese. Nonostante i successi non gli consegnò mai la gloriosa NSR 500, moto che Valentino in una vecchia intervista di qualche anno dopo definì la "moto perfetta".

NUOVA VITA - Pedrosa in realtà non abbanda la MotoGP. Tra pochi giorni sarà in pista come collaudatore della KTM. Girerà il 18 e il 19 dicembre a Jerez, grazie a un accordo tra la casa austriaca e la Honda, con cui è sotto contratto fino al 31 dicembre: «Girerà prima dei test in Malesia - aveva detto l'amministratore delegato di KTM, Stefan Pierer -. Eravamo d'accordo che non avrebbe provato a novembre, ma abbiamo trovato un accordo con Honda e ora è libero. Sono curioso di vedere come andrà questo test»