Buone notizie arrivano dal circuito di Silverstone in Inghilterra. Dopo che il 26 agosto scorso, il Granpremio di MotoGP venne annullato a causa della pioggia, sono iniziati nuovi lavori per il rifacimento dell'asfalto. Va ricordato che il circuito inglese era stato già riasfaltato meno di un anno fa, ma qualcosa evidentemente deve essere andato storto, visto l'annullamento della gara di agosto per la troppa acqua in pista. 

I FATTI - Impossibile dimenticare tutte le polemiche che ci furono a suo tempo, con alcuni piloti che avrebbero voluto correre, altri che non volevano rischiare e le evidenti pozze di acqua che si erano formate in alcuni punti del tracciato. Anche diversi piloti di Formula 1 dissero la loro, come ad esempio Lewis Hamilton, che aveva parlato di un lavoro davvero pessimo per quanto riguardava l'asfalto, oppure Fernando Alonso, che in ogni caso riteneva l'asfalto della pista comunque migliore rispetto al passato.

I LAVORI - Fatto sta, che a Silverstone si sono dovuti rimboccare le maniche e, come riporta il magazine inglese RaceFans.com, ci sarebbe stato un accordo tra il managing director Stuart Pringle e i proprietari, per riasfaltare nuovamente tutta la pista. La speranza è quella che il tutto possa essere pronto per il Granpremio di F1 che si correrà il 12 luglio 2019, e se così dovesse essere non ci saranno problemi per la MotoGP che invece scenderà in campo il 25 agosto 2019.

IL GIALLO – Intanto, come si legge nell'articolo pubblicato da RaceFans.com, sembra che i fans della MotoGP abbiano avuto il loro rimborso per il biglietto grazie all'assicurazione del circuito, ma ancora è da capire chi pagherà per i nuovi lavori anche se Stuart Pringle ha detto che le indagini (su chi debba pagare cosa) stanno arrivando finalmente ad una conclusione.