Luciano Betti e il figlio Thomas sono stati scelti da Lucio Cecchinello, manager del Team LCR, come staff tecnico della squadra che parteciperà al campionato di MotoE.

Il loro ruolo sarà quello di portare la loro esperienza sulla guida delle moto elettriche ai piloti della compagine guidata da Cecchinello: Randy De Puniet e Niccolò Canepa.

“Abbiamo vinto sette campionati del mondo, l'ultimo nel 2010, ci onora essere stati scelti da Cecchinello, anche se il campionato lo faremo da tecnici, non da piloti", dicono Luciano e Thomas Betti a Altarimini.it

LA CARRIERA – L’esperienza della famiglia Betti nel settore delle moto elettriche da competizione risale a metà degli anni ’90, quando hanno cominciato a realizzare le prime moto da pista elettriche.  Con Betti Moto Racing team, poi, vincendo diversi campionati italiani ed europei nei primi anni delle corse delle moto elettriche.

Oltre a gareggiare, Luciano e Thomas Betti svolgono nella vita un lavoro molto particolare:  entrambi sono infatti vigili del fuoco, e il papà Luciano correva con il numero 115.

I PRIMI TEST - Luciano e Thomas Betti hanno partecipato anche ai test collettivi della MotoE.

“Il potenziale del team c’è”, ha dichiarato Thomas Betti a emn.electricmotornews.com. “Sinceramente io mi aspettavo che i piloti scendessero della moto dicendo ‘ah non mi piace’, invece sono rimasti tutti piacevolmente sorpresi dall’erogazione della potenza della moto elettrica, dal fatto che sia maneggevole nonostante il peso, dovuto dal fatto che ci sono pochissime masse in movimento rispetto una moto endotermica che la rendono maneggevole”, ha concluso Thomas Betti.