In attesa dei primi test ufficiali del 2019 e della prima gara della stagione (24 febbraio in Qatar) i team in queste settimane stanno presentando le moto che si sfideranno per il titolo iridato della MotoGP.

RELAX, PER ORA - Diciamocela tutta, è il momento più bello e rilassante della stagione: i piloti sorridono, i direttori sportivi sono tutti convinti dei progressi tecnici dei prototipi, le moto sono bellissime, splendenti e colorate. A proposito dei colori, c'è sempre grande attesa di conoscere le nuove livree. La prima a rivelarsi è stata Honda. L'attenzione però era tutta concentrata sul dream team Marquez-Lorenzo, entrambi acciaccati ma presenti.

Poi è stata la volta di Ducati che ha svelato una Desmosedici GP19 dal rosso antico: una soluzione più scura ma che ha già fatto innamorare i tifosi e con il nuovo sponsor dallo slogan motivazionale "Mission WinNow". Domenica abbiamo visto la nuova Suzuki GSX-RR, piuttosto simile al modello 2018 come livrea (un po' di bianco e giallo in più), mentre lunedì è stato il turno dell'elegante Yamaha, molto molto aggressiva con i nuovi graffi Monster, sul classico blu racing di Iwata impreziosito da un nero più presente e marcato rispetto al passato.

Lontana da tali discorsi Honda, rimasta fedele alla tradizione con colori accesi e in bella evidenza. Non ci resta che aspettare KTM e Aprilia per avere il quadro completo della situazione.