Ci siamo, dopo tanta attesa, vacanze, riposo, chicchiere sui social network, infortuni, svelamenti delle nuove moto, da domani fino all'8 febbraio i piloti della Motogp torneranno in pista per i test ufficiali di Sepang e sarà il momento giusto per vedere se quanto detto fin'ora si tramuterà in verità.

GRANDE ATTESA – Le aspettative sono alte un po' per tutti, a partire dai team della classe regina che nel corso del 2018 hanno fatto nuovi acquisti o confermato i “vecchi” piloti. Tra tutti, la curiosità maggiore arriva da Honda Repsol in quanto la grande maggioranza non solo degli addetti ai lavori, ma anche degli appassionati di motogp, è vogliosa di vedere cosa saprà fare e come saprà organizzarsi Jorge Lorenzo sulla RC213V. Purtroppo ci sarà da attendere ancora un po' visto l'infortunio alla mano del maiorchino che quindi non calcherà l'asfalto del circuito malese per questa volta. Al suo posto, insieme all'ormai collaudato Marc Marquez (anche lui in fase di recupero dopo l'operazione alla spalla) ci sarà Stefan Bradl tester Honda per eccellenza.

Ma non solo la Casa alata avrà delle novità per la stagione 2019, perchè se in Yamaha è rimasto tutto uguale con Rossi e Vinales, l'attesa è alta per il debutto  del team satellite Petronas Yamaha SRT con Franco Morbidelli e Fabio Quartararo

In Ducati, insieme ad Andrea Dovizioso ci sarà invece Danilo Petrucci che dovrà dimostrare di meritarsi la sella di Borgo Panigale, mentre al team Ducati Pramac l'arrivo di Francesco Bagnaia sarà molto interessante da osservare.

Novità anche per KTM che, non solo avrà il francese Johann Zarco al box ufficiale, ma Hervè Poncharal avrà il suo da farsi alla guida del team satellite con Hafizh Syahrin e Miguel Oliveira.

Infine, le ultime novità 2019 riguarderanno il team Aprilia che vedrà l'ingresso di Andrea Iannone accanto a Aleix Espargarò e il team Suzuki che scenderà in pista con Alex Rins e il novellino della Moto2 Joan Mir.

GLI ORARI – I piloti saranno impegnati nei test per otto ore al giorno, ma dato il fuso orario, non sarà facile tenerli sott'occhio: le prove, che non andranno in onda in tv, si svolgeranno dalle 10:00 alle 18:00 ora locale e quindi tra le 3:00 e le 11:00 del mattino con orario italiano. Dopo i test in Malesia sarà poi la volta di quelli in Qatar che si svolgeranno dal 20 al 22 febbraio.