Problemi fisici per Andrea Iannone. Il pilota italiano dell'Aprilia non è sceso in pista nella terza giornata di test a Sepang. The Maniac era già debilitato a causa dell'assunzione di antibiotici, necessari a causa di un'infezione contratta qualche settimana fa.

TEMPI - Nella giornata di giovedì Iannone aveva percorso 39 giri stampando un tempo du a 1''6 dalla vetta, a quattro decimi anche dal miglior tempo di Aleix Espargaro, il suo compagno di box: «Non sono in condizione - ha detto Andrea - meglio che a occuparsi dei test sia Bradley Smith, abbiamo tante cose da provare e non sarei in condizione di svolgere il mio lavoro al meglio, e così è anche rischioso».

PROSSIMI TEST - Iannone, che si sottoporrà a nuove analisi, cercherà di recuperare per i prossimi test del 23-25 febbraio in Qatar, ultima prova utile prima dell'inizio del campionato. L'inizio del 2019 per il nuovo progetto RS-GP non è stato molto confortante, ma Iannone ha tuttavia parlato di una buona base su cui lavorare: «Ho fatto il mio miglior tempo con una gomma che aveva parecchi giri, non sono i tempi che ci interessano in questa fase».