E' stato un ultimo giorno di test a Sepang con il botto quello di Francesco Bagnaia che in sella alla Desmosedici del team Alma Ducati Pramac è riuscito ad ottenere un bellissimo secondo posto, ma soprattutto un tempo di 1:58.302, migliorando di gran lunga le aspettative con cui era arrivato in Malesia per affrontare questi test.

BUON TEMPO - “E' stato un test molto positivo – dice Pecco Bagnaia a Motogp.com - dal primo giorno ad oggi ci siamo sempre migliorati ed era quello che ci aspettavamo. Non mi sarei mai aspettato di fare il tempo di 1:58., il mio obiettivo era 59 quindi tanto meglio quello che è venuto.”

UNA GUIDA DA VERO PILOTA DI MOTOGP - Bagnaia prosegue poi parlando del lavoro svolto al box:“sono contento del lavoro che ho fatto perchè con la squadra mi trovo molto bene, riusciamo a capirci in fretta e le modifiche che facciamo portano tutte ad un risultato ed è la cosa più importante per un pilota. Tutto sommato sono contento di aver imparato un po' di più in questi giorni a guidare la motogp come un pilota di Motogp perchè sono partito con uno stile simile alla Moto2 anche perchè nonostante abbia fatto quei quattro giorni di test a Valencia e Jerez sono ripartito qui più simile ad un pilota di Moto2 quindi sono riuscito un po' di più a guidarla meglio, ad alzarla molto prima per aver trazione ed è stata la cosa più positiva.” 

OBIETTIVI 2019 - Infine, il rookie del team Ducati Pramac conclude la sua intervista spiegando quali sono i suoi intenti per la nuova stagione:”i nostri obiettivi adesso saranno sicuramente di continuare così. Ogni giro che faccio andare un po' più forte e soprattutto capire e migliorare nella distanza per il ritmo gara, non usurare troppo le gomme e avere tanta velocità negli ultimi giri.”