Potrebbe sembrare che per il campione del mondo Marc Marquez questa ultima giornata di test non sia andata proprio nel verso giusto, dato che non è riuscito a rientrare neppure nella top ten arrivando all'undicesimo posto con un tempo di 1:59.170. E se il tempo che ha fatto, in effetti, non è dei migliori dato che il più veloce ha girato in 1:58.239, Marquez ha detto che quest'ultima giornata non è andata poi così male.

CONSIDERAZIONI FISICHE – Sulla sua pagina Instagram ha pubblicato le sue dichiarazioni dicendo di essere sorpreso per le condizioni della sua spalla. Se il primo giorno di test a Sepang era infatti partito “a bomba” registrando il miglior tempo, ieri non è risucito a fare troppi giri per colpa del dolore:”questo terzo giorno – spiega – è stato molto positivo, specialmente con le mie condizioni di salute. Mi sono sentito molto meglio. Ieri (si riferisce a giovedì 7 febbraio) ero preoccupato di come avrei guidato oggi, ma quando mi sono svegliato stavo bene.”

DIREZIONE SVILUPPO – Il numero 93 che durante questa tre giorni di test è stato affiancato da Stefan Bradl poiché Jorge Lorenzo è ancora in fase di riabiltazione dopo l'infortunio alla mano, ha provato diverse nuove configurazioni per la sua RC213V:”siamo stati capaci di provare molte cose per Honda e mi sento molto bene sulla moto, a livello di comfort e stabilità. Tutto ciò che avevamo progettato di fare durante questi test è stato fatto.”

Marc torna poi sulle sue condizioni di salute:”ovviamente – conclude – avrei voluto guidare di più ma dobbiamo fare tutto a piccoli passi. A parte questo sono contento perchè ho guidato con facilità, non con il mio stile di guida solito ma sono comunque stato capace di guidare di più. Non sono caduto e abbiamo provato le cose più importanti per Honda quindi posso ritenermi soddisfatto di tutto ciò.”