In Yamaha da fine stagione 2018 diverse cose sono cambiate, non soltanto per l'M1, ma soprattutto all'interno dei box dei due piloti ufficiali. E proprio dalla parte di Valentino Rossi la novità più importante ha riguardato l'arrivo di Idalio Gavira, andato a sostituire Luca Cadalora che ha seguito da vicino il nove volte campione del mondo per tre stagioni.

E già Valentino, dopo i test, è stato in grado di dire qualcosa sul suo nuovo coach Gavira: “lui si concentra molto di più sulla mia guida, al contrario Cadalora era più concentrato sulla moto.” Una prima dichiarazione che fa ben sperare per la nuova stagione 2019 che prenderà il via da venerdì 8 marzo a Losail.

DIVERSO APPROCCIO - Rossi, in alcune dichiarazioni rilasciate a www.motosan.es non ha nascosto il suo entusiasmo nei confronti di Gavira:”ammetto che mi sento molto bene con Idalio, ma era qualcosa che mi aspettavo dato che i piloti dell'Academy erano tutti innamorati di lui".

Gavira, infatti, prima di approdare al box Yamaha, era il coach ufficiale dei ragazzi della VR46 Academy dove, a vedere dai risultati ottenuti fino ad oggi, ha svolto davvero un grande lavoro. Da quest'anno però le cose sono cambiate e se Idalio Gavira è andato a fare da allenatore a Rossi, all'Academy è arrivato Roberto Locatelli.

E questo cambiamento sembra aver già avuto effetti positivi per Rossi che non si sottrae dal fare un piccolo paragone sul lavoro svolto da Cadalora e su quello che Gavira ha iniziato a svolgere con lui:”Cadalora era più focalizzato sulle dinamiche della moto e la sua messa a punto, perché diciamo che quella era la sua passione. Al contrario, con Gavira ci concentriamo di più sulla mia guida.”

Funzionerà questo nuovo approccio? Noi ci auguriamo di si, e chissà che questo cambiamento non porti Vale a vincere il tanto agognato decimo titolo.