Valentino Rossi avrà compiuto da poco 40 anni, ma il suo entusiasmo, a pochi giorni dall'inizio della nuova stagione Motogp 2019, è quello di un ragazzino di 16 anni. La sua voglia di correre è la stessa della sua prima gara di esordio in 125cc, tanto che dalle utlime dichiarazioni, in partenza per il Qatar, ha detto:”la mia motivazione è alle stelle.”

BUONI PROPOSITI - E tutti, caro Vale, ci auguriamo proprio che sia così, e non solo, la speranza più grande è che questo 2019 possa regalarti il tanto atteso decimo titolo iridato. Intanto, la nuova M1 sembra promettere bene, e i test in Qatar che ci sono stati soltanto poche settimane fa sono stati un buon banco di prova per i due piloti Yamaha Rossi e Vinales che adesso sono in attesa, come tutti i loro colleghi, che il semaforo verde torni ad accendersi.

“Questo è un momento sempre molto eccitante – ha detto il numero 46abbiamo un sacco di buoni propositi e tanta motivazione per fare meglio, perchè siamo reduci da un anno difficile che ha riguardato tutta la squadra Yamaha. Sembra che anche i nostri capi e i nostri ingegneri giapponesi siano molto motivati a migliorare, quindi ci piacerebbe essere più forti e più competitivi rispetto al 2018.”

SEMPRE DI PIU' - Il Dottore ha poi aggiunto: "quando ho firmato questo contratto di due anni sapevo che sarebbe stato un grande impegno per me perchè inizio ad essere grande, però mi sento pronto. Nel senso che mi piace quello che faccio. Sono molto motivato nel cercare di arrivare davanti, nel provare ad andare forte con la Yamaha."

Ricordiamo, che quella di Rossi sarà la 24esima stagione nel campionato del mondo Motogp e che lo scorso anno proprio in Qatar aveva ottenuto il terzo posto in classifica alle spalle di Dovizioso e Marquez.