I festeggiamenti in casa Ducati, dopo la bella vittoria nella prima gara stagionale del Qatar, sono durati poco, o meglio, sono in sospeso, a causa della protesta di ben quattro team per alcuni appendici che la Desmsedici 2019 avrebbe portato in pista.

Nello specifico, si tratta di una specie di parafango posizionato sotto la ruota posteriore della moto, che inizialmente gli ingegneri Ducati avevano progettato per sopperire ad alcune problematiche in caso di pioggia ma che poi hanno deciso di portare in gara evidentemente per altri motivi.

IL RECLAMO – A quattro team, però, questa appendice non è andata proprio giù e, subito dopo la gara, hanno presentato un reclamo allo Stewart Panel della FIM che si occupa delle irregolarità, presunte o effettive. I team in questione sono stati Honda, Ktm, Aprilia e Suzuki, in poche parole tutti tranne la Yamaha.

COME E' ANDATA – Subito dopo un primo sconquasso che ha portato il dopo gara a terminare nel peggiore dei modi, lo Steward Panel ha però deciso, parlando con gli ingegneri Ducati e con i team in protesta, di respingere il reclamo. Ma questo non è bastato: i quattro team si sono infatti opposti ancora una volta facendo appello contro questa decisione. La vittoria di Dovizioso è quindi per il momento congelata.

Tutto è passato alla Corte d'Appello della Federazione che dovrà prendere in mano tutta la faccenda e sentire le parti in causa. Solo dopo sapremo se il numero 4 della Casa di Borgo Panigale avrà davvero vinto la gara o se la classifica verrà rivoluzionata. Ricordiamo che alle spalle del Dovi è arrivato Marc Marquez, terzo Cal Crutchlow e a seguire Alex Rins.