Andrea Dovizioso non è un amante del circuito di Austin, ma se vuole rimanere in gara per la lotta al titolo iridato e contrastare Marc Marquez, questo weekend dovrà impegnarsi più che mai.

MEGLIO DELLO SCORSO ANNO - Intanto, riparte dalla gara di Termas de Rio Hondo tirando le somme di quello che è stato il weekend:”sono contento – dice – di come è andata, il passo era buono e abbiamo confermato il buon ritmo. Marc è però il re di Austin, quindi sarà difficile lottare con lui, ma punteremo comunque ad ottenere il massimo dei punti. Mi sento rilassato e domani vediamo quando metteremo le gomme in pista come andrà, mi aspetto di essere più competitivo dello scorso anno.”

TRACCIATO DIFFICILE - “Rispetto all'anno scorso -prosegue – siamo più in assetto, quindi credo che possiamo essere competitivi fin da subito.
Il tracciato è difficile e presenta molte disconnessioni e la Ducati non si sente a suo agio sulla parte del tracciato disconnesso ma non so se questo è il punto dove perdiamo di più su questa pista, vediamo da domani quale sarà il nostro livello.”

SU CAL - Anche Dovi parla di quanto accaduto a Cal Crutchlow in Argentina:“sarà divertente andare in Safety Commission. – sorride - La regola è chiara, Cal non ha guadagnato niente ma si è mosso leggermente all'inizio. Penso che possiamo parlarne, dobbiamo cercare di capire se esiste un altro modo per gestire la situazione. Cal non lo ha fatto volontariamente ma le regole dicono che se ti sposti vieni penalizzato. Sarebbe difficile interpretare ogni partenza.”