E' stata una vittoria maturata nel tempo e nel lungo lavoro svolto da Suzuki quella di Alex Rins ad Austin.
Dopo la caduta di Marc Marquez sia Valentino Rossi che Rins hanno tentato di mettere la loro moto sul gradino più alto del podio e a spuntarla tra i due è stato proprio lo spagnolo che in Texas ha conquistato la sua prima vittoria in Motogp.
Su questo tracciato il numero 42 aveva già dei precedenti, dato che aveva vinto in Moto3 nel 2013 e in Moto2 nel 2016, quindi mancava la vittoria anche nella classe regina.

FELICITA' - “Sono felicissimo – dice Alex a fine gara ai microfoni di Sky – io e la Suzuki abbiamo lavorato tanto per arrivare a questa vittoria, sia la stagione scorsa che durante i test pre campionato e alla fine eccoci qui, sul gradino più alto.”
Il portacolori del team Suzuki commenta poi la caduta di Marquez e fa un'analisi di quella che è stata la sua gara:”sono rimasto sorpreso quando ho visto che Marc era caduto, perchè lui qui ha sempre qualcosa in più, come in Argentina. La pista oggi era al limite, ma dobbiamo essere felici perchè ho fatto una gara intelligente e ci siamo meritati questa vittoria. A due giri dalla fine ho fatto un errore, mi sono girato e ho visto che Valentino era ancora dietro, quindi ho spinto al massimo per riuscire ad avere una certa distanza.”

SPERANZE PER IL TITOLO? - Alex si trova adesso al terzo posto della classifica iridata alle spalle di Valentino Rossi e un passo avanti a Marc Marquez, un posto di grande onore che fa ben sperare nella lotta con i top rider della Motogp:”stiamo facendo dei grandi risultati – conclude – sono lì a lottare con i piloti più forti come Valentino, Marquez e Dovizioso. Mi sento forte. Penso che per vincere il mondiale biosgna essere costanti e noi proveremo ad essere lì ad ogni gara. Mi sento molto fortunato ad avere una squadra come la Suzuki alle spalle, mi aiutano tanto e mi danno il loro supporto in una maniera incredibile.”