Doveva essere un weekend da sogno quello di Austin per Marc Marquez, invece, la gara si è rivelata per lui una vera e propria disfatta.
Non solo il numero 93 che aveva vinto al COTA per ben sei anni di fila è caduto mentre si trovava in testa con diversi secondi di vantaggio sugli avversari, ma lo zero ricevuto lo ha portato al quarto posto della classifica iridata alle spalle di Andrea Dovizioso, Valentino Rossi e Alex Rins.
I punti di distacco dall'alfiere Ducati sono solo 9, certo, ma perdere la leadership proprio in uno dei circuiti che più ama, deve essere stato un gran dispiacere per il talento di Cervera, che senza dubbio avrà modo di rifarsi nel prossimo Gp di Jerez dove vanta tanti bei podi e prime posizioni, la più recente quella dello scorso anno.
Intanto, il pilota Honda chiede scusa a tutta la sua squadra e ai suoi tifosi.

“CHIEDO SCUSA” - “Abbiamo fatto sei anni meravigliosi qui in Texas - dice Marc nel post gara – ma questa volta ho fatto un grande errore. Quando sono arrivato al box ho chiesto scusa alla squadra e voglio scusarmi anche con i tifosi, perchè è stata colpa mia. E' diverso sbagliare quando combatti per una quinta posizione rispetto a quando lo fai per vincere, la differenza sta lì.”

GUARDARE AVANTI – L'arrivo della pista texana era tanto atteso per il pilota con il numero 93, dato che da quando si corre su questo circuito (dal 2013) aveva sempre vinto e aveva sempre conquistato la pole position. Adesso, questo trand da record è stato interrotto dalla vittoria di Alex Rins che lo precede di 4 punti nella classifica iridata:”siamo a soli 9 punti dalla vetta della classifica. – conclude – E' vero ho fatto un errore ma siamo umani e questo può succedere. Devo imparare dal mio errore e tornare ancora più forte a partire da Jerez.”