A Le Mans, Alex Rins, dopo le belle prestazioni di Austin e Jerez era atteso ai piani alti della classifica, ma purtroppo una brutta qualifica il sabato che lo ha visto scattare dalla 19esima cassella, lo ha portato a rimontare in gara “soltanto” fino alla decima posizione.
Lui però di questo non si dispera e anzi, si consola con il fatto di aver perso solo una posizione nella classifica iridata passando da secondo a terzo a 20 punti dal capolista Marc Marquez.

IL BEL GESTO - L'alfiere della Suzuki, però, è stato notato a Le Mans non solo per la sua prestazione sportiva, ma anche per il bellissimo gesto avuto nei confronti dei marshal francesi ai quali, dopo la gara, si è avvicinato con l'intento di far recapitare alla famiglia del commissario morto lo scorso venerdì, il suo casco.
“Grazie a tutti i marshal di ogni circuito – ha scritto sul suo profilo Instagram di corredo al video che mostrava le immagini della scena del regalo – il vostro aiuto è fantastico.”
Il gesto di Rins, ha spiegato, è stato un gesto di ringraziamento nei confronti del lavoro che i commissari svolgono a bordo pista, in più, nell'occasione, ha voluto ricordare anche Jean -Paul Plée, il marshall venuto a mancare venerdì scorso a Le Mans per un attacco cardiaco, decidendo di donare alla famiglia il suo casco.

SULLA GARA - Alex, con il suo solito fare pacato di sempre ha poi analizzato la gara francese:”abbiamo salvato il salvabile – ha detto – è stato un weekend complicato soprattutto sabato in quanto abbiamo commesso anche degli errori di strategia. Però non abbiamo mai perso la speranza, ma quando ti accorgi che non riesci ad entrare bene in curva devi analizzare il tutto e cercare di risolvere i problemi.”