Dani Pedrosa è tornato in pista per due giornate di test con Ktm. Da pilota Repsol Honda a tester per la Casa austriaca, lo spagnolo dopo mesi e mesi di stop a causa di un infortunio e un successivo intervento è finalmente risalito in sella.

TEST IMPORTANTI - A girare in pista insieme al “Samurai”, sul circuito di Brno, per alcuni test privati che si sono svolti nella giornata di ieri e che si stanno svolgendo nella giornata di oggi, è stato anche Sylvain Guintoli tester del team Suzuki Ecstar.
Quelle di ieri e oggi sono prove importanti per Dani che avrà un duplice compito: sia quello di contribuire allo sviluppo della RC16, sia quello di verificare il suo stato di forma fisica dopo l'intervento alla clavicola.

SITUAZIONE KTM – Pedrosa arriva a guidare la Ktm dopo mesi grigi che hanno visto la Casa austriaca faticare non poco in questo inizio di campionato.
Da Le Mans in poi, però, sembra che qualcosa sia cambiato e i risultati di Pol Espargarò lo dimostrano.
Prima il sesto posto nella tappa francese e poi il nono nel Gp d'Italia.
Chi invece sembra ancora in alto mare è Johann Zarco che non solo è incappato in una “bufera” all'interno del team stesso, ma ancora non riesce a trovare il giusto feeling con la moto.
Da adesso in poi, però, ci penserà Pedrosa e chissà che la RC16 non migliori notevolmente e diventi sempre più competitiva nella lotta al mondiale.
Pol Espargarò, del prezioso aiuto di Dani ne è convinto:”attendiamo ciò che Dani pensa della Ktm, ogni singolo aiuto è molto prezioso per noi.”