Alla vigilia del GP di Barcellona, c’è un pilota che ancora non ha la certezza di poter scendere in pista ed è particolarmente ansioso di farlo: stiamo parlando di Fabio Quartararo. Dopo il GP del Mugello il transalpino è corso sotto i ferri del dottor Mir, per farsi operare al braccio destro, a causa dell’acutizzarsi della sindrome compartimentale (leggi qui).

IN ATTESA DELLA VISITA - Il pilota Yamaha SRT Petronas ha detto subito di voler disputare il settimo round della stagione, ma dovrà aspettare la visita medica di giovedì. Dopo diversi giorni di lavori di riabilitazione, il francese si aspetta di essere dichiarato idoneo a disputare il GP catalano, dove la scorsa stagione ha ottenuto la sua prima vittoria in assoluto in Moto2.

Il miglior rookie di questa stagione è attualmente dodicesimo in classifica, con 31 punti iridati, e di certo non vuole lasciare spazio agli avversari.

IL CIRCUITO DELLA PRIMA VITTORIA - “Arrivo a questa gara dopo aver subito un intervento chirurgico a Barcellona la scorsa settimana”, spiega Quartararo. “Tutto sembra a posto con il braccio finora e mi sento bene. Adesso ho solo bisogno di passare la visita medica sul circuito giovedì e poi di tornare in sella alla mia moto”, aggiunge.

“Barcellona è uno dei miei circuiti preferiti. Non vedo l'ora di correrci con una MotoGP”, spiega. “È una pista veloce e lunga, il che mi piace. Ho anche dei bellissimi ricordi, perché la scorsa stagione ho conquistato proprio lì la mia prima vittoria nel mondiale. Non vedo l'ora di tornare e fare una bella gara", ha concluso Quartararo.