E' stata una giornata molto costruttiva quella dei test di ieri a Montmelò.
Dopo la gara di domenica, piloti e team sono rimasti un giorno in più a Barcellona per provare delle novità sulle loro moto: al centro dell'attenzione l'aerodinamica (come nel caso della Honda), ma anche novità sul telaio per le Ducati e un nuovo serbatoio sulla Yamaha.
E se il più veloce della mattina era stato lo spagnolo Alex Rins in sella alla Suzuki, chi ha fatto il tempo più basso dell'intera giornata è stato Maverick Vinales, davanti a Morbidelli e Marquez.

COSA E' SUCCESSO – Sembra proprio che questi test siano risultati positivi per la maggior parte dei piloti e il tempo di 1:38.967 di Maverick Vinales ne è la conferma.
Lo spagnolo del team Yamaha è stato l'unico a scendere sotto l'1:39 dell'interna giornata, e anche il secondo posto di Franco Morbidelli (Yamaha Petronas) e quello del suo compagno di squadra Fabio Qaurtararo (quinto) sono un ottimo riferimento per la casa di Iwata.
Un po' più indietro Valentino Rossi (quattordicesimo) che però durante la giornata si è concentrato su set up elettronici, mentre Vinales ha cercato soluzioni che andassero a migliorare il feeling con l'anteriore.
Soddisfazione anche in casa Honda con Marc Marquez che ha avuto a disposizione tre moto diverse con nuove ali e un telaio in carbonio. Il numero 93 ha potuto, tanto è avanti il lavoro della Honda, provare anche alcune soluzioni per il 2020.
Il suo compagno di team Jorge Lorenzo, è incappato invece in una caduta al mattino e ha chiuso diciassetesimo a fine giornata.
Tante novità anche in casa Ducati con Dovizioso e Petrucci che hanno provato un nuovo telaio e nuove ali, ma anche un nuovo cupolino che ricorda quello delle auto della Formula 1.

IMPRESSIONI – Nel post test dell'intera giornata, i piloti hanno rilasciato le loro impressioni ai microfoni di Sky Sport Motogp.
Primo tra tutti l'alfiere della Ducati Danilo Petrucci:”è stato un test molto positivo, abbiamo provato quel profilo sul cupolino che ho già ribattezzato halo come quello della F1. Io, Dovizioso e Miller ci siamo divisi il lavoro. Io ho lavorato soprattutto sulle geometrie ed ho trovato delle migliorie nella percorrenza delle curve ad ampio raggio.”
Anche Dovizioso è contento dei test:”sono contento del nuovo telaio – ha detto – sembra aver migliorato l'inserimento in curva.”
Infine, alcune dichiarazioni in merito alla giornata arrivano da Marc Mrquez:”abbiamo lavorato per la seconda parte della stagione, ma anche per il 2020, soprattutto per capire che direzione prendere. Vorrei riuscire a sfruttare meglio la potenza del nuovo motore. Abbiamo una velocità di punta alta ma con poca aderenza, soffriamo al contrario di Suzuki e Yamaha.”

I tempi:
Maverick Vinales 1:38.967
Franco Morbidelli 1:39.014
Marc Marquez 1:39.257
Alex Rins 1:39.334
Fabio Quartararo 1:39.428
Francesco Bagnaia 1:39.466
Takaaki Nakagami 1:39.555
Joan Mir 1:39.670
Jack Miller 1:39.745
Cal Crutchlow 1:39.903
Danilo Petrucci 1:39.917
Andrea Dovizioso 1:39.925