Settimana di pausa per la MotoGP prima dell'arrivo ad Assen e poi, a seguire, in Germania. Due circuiti che sono molto favorevoli a Marc Marquez: in Olanda lo spagnolo ha vinto lo scorso anno, è arrivato terzo nel 2017 e secondo nel 2016 e 2015, mentre al Sachsenring detiene un vero e proprio record di nove vittorie in quanto dal 2010 al 2018 ha sempre vinto (anche quando era in 125cc e in Moto2).
Ma Andrea Dovizioso non è pronto a mollare così facilmente la presa: ”Nel nostro sport tutto può succedere.”

COSA CI ASPETTA - E' con questa grinta, quindi, che il Dovi ha parlato a Speedweek.com di quelle che saranno le prossime gare in programma e anche degli avversari che sa di dover battere lungo questo cammino: ”Le prossime due gare non sono le migliori per noi, ma in questa stagione mi sento meglio sulla maggior parte delle piste. Penso che possiamo essere competitivi anche ad Assen. Marc (Marquez) è competitivo in tutte le condizioni, non è facile prendere molti punti su di lui. Ma non è impossibile.”

TUTTO PUO' SUCCEDERE - “È una strana stagione, - ha proseguito il numero 4 della Ducati - ci sono molti piloti veloci e questo può creare un gran casino. Se guardi le sessioni di prove, sembra che Rins o Quartararo siano sempre in vantaggio. Tutto, quindi, può succedere.”
"Dalla nostra parte - ha concluso -  abbiamo molta esperienza su come dobbiamo gestire la gara. In passato non avevamo molte piloti in lotta per il titolo, ma abbiamo avuto la possibilità di lottare per la vittoria o il podio perché lavoriamo sempre a modo nostro durante le sessioni di prove.”