Nel team ufficiale di Kawasaki nel mondiale Superbike, Leon Haslam rappresenta un punto debole perché è quinto nel campionato del mondo con 153 punti, mentre il suo compagno di squadra Jonathan Rea è secondo con 314 punti e Álvaro Bautista sulla Ducati è in cima alla classifica con 330 punti.

Il 36enne inglese, figlio del pilota della classe 500 del motomondiale Ron Haslam, era stato inserito nella squadra ufficiale in virtù del suo titolo di campione britannico della Superbike e anche perché – si dice – si è accontentato di un compenso irrisorio rispetto a quello di Jonathan Rea.

Ma nella lotta contro la Ducati, la Yamaha, per la prossima stagione, Kawasaki punta a schierare due top rider. Per questo si sta guardando intorno.

KAWASAKI PUNTA A RABAT - Durante la gara di Assem La TT olandese di Assen ha fatto trapelare che Kawasaki si sta guardando intorno. Tito Rabat sarebbe al primo posto nella lista dei desideri. A rivelarlo è la testata tedesca Speedweek.com.

Il campione del mondo Moto2 del 2014, che ha disputato i primi due anni in MotoGP nel Marc VDS Honda, sta disputando la sua seconda stagione nel team Avintia, su una Ducati GP18 poco aggiornata che non gli consente di esprimersi al top.   

PASSAGGIO 'MOLTO PROBABILE' - Nell’entourage di Rabat, l'offerta di Kawasaki non è stata negata e il passaggio in Superbike è considerato anzi "molto probabile". Tito sembra fiducioso nei risultati della ZX-10RR.

I rumors nel paddock parlano anche di Michael van der Mark come possibile pilota Kawasaki, ma il suo contratto con Yamaha lo vincola fino al termine della stagione 2020.