Non è un momento facile per Valentino Rossi che dopo l'ultimo Gp di Assen, adesso è chiamato al riscatto nel Gp di Germania che si svolgerà questo weekend.
Un granpremio dopo l'altro nel quale non c'è troppo tempo per stare a pensare a quanto accaduto in Olanda, ma forse meglio così.
Vale è quindi pronto a girare pagina, consapevole che al Sachsenring, lo scorso anno, è riuscito ad ottenre un bel secondo posto.

COMPETITIVI DAL VENERDI' - "Non e' un momento positivo per noi – ha spiegato Rossi - in Olanda è stato un vero peccato, perché mi sentivo bene dopo il warm up, ero veloce ma invece ho finito con un altro zero.”
"La cosa buona - ha proseguito - è che ora andiamo direttamente al Sachsenring e possiamo lavorare immediatamente a un altro weekend di gara. Sarà importante capire se i cambiamenti apportati domenica scorsa saranno positivi anche in Germania, in questo fine settimana: cercheremo di essere competitivi fin da venerdì.”
E proprio a proposito di questo ha parlato anche Lin Jarvis in un'intervista a Marca.com dove ha voluto ribadire la sua fiducia e di quella del team nei confronti del Dottore, spiegando che l'obiettivo principale in Germania, sarà quello di partire veloci da subito.

“STO VIVENDO UN SOGNO” - Intanto, pronto a scaldare i motori della sua M1 al Sachsenring, è anche Maverick Vinales, reduce da un primo posto in Olanda dove ha combattutto per tutta la gara con Marc Marquez e Fabio Quartararo (Yamaha Petronas).
In più, il pilota con il numero 12 arriva da un 2018 che lo ha visto sul terzo gradino del podio proprio in Germania:”mi sento come se stessi ancora sognando -ha detto - il successo è arrivato in un momento in cui avevamo perso le speranze e ci ha dato la sicurezza e la forza per continuare a lavorare intensamente. Arriviamo al Sachsenring con un alto livello di concentrazione, desiderosi di dimostrare che quello che è successo in Olanda non è stata una coincidenza ma il frutto di un duro lavoro.Il Sachsenring è una buona pista per noi, qui di solito sono veloce. Penso che abbiamo il potenziale per salire sul podio".